domenica 2 novembre 2014

Novembre: sagre e feste della zucca


E' appena finito ottobre e il suo coloratissimo Halloween, ma se ancora non ne avete abbastanza di zucche ecco qui una selezione delle sagre della zucca presenti in Italia dal 1° al 5 novembre.

Buon divenrtimento... e buon appetito!


Festa della Zucca di Lendinara (RO)
http://www.italia-eventi.com/2014/10/festa-della-zucca-lendinara-ro-domenica.html

Sagra della zucca di Ostellato
http://www.ilgiardinodirebecca.it/it/news-vacanze-ferrara/zucca-in-festa---sagra-della-zucca-novembre-2014_87c7.html

Sagra della Zucca di Piozzo (Cn)
http://www.sagrepiemonte.it/it/locandina?id=27340

Festa della Zucca di Salzano (VE)
http://www.eventiesagre.it/Eventi_Sagre/2868_Sagra+della+Zucca.html

30ª Festa de a Suca di Spresiano (TV)
http://www.servizinews.it/feste/feste_1.aspx?ID=1008


Festa della Zucca di Ponte di Piave (TV)
http://www.servizinews.it/feste/feste_1.aspx?ID=2983



martedì 28 ottobre 2014

La zucca: spaventosamente buona

E' tempo di zucca (e di sale in zucca!) perciò vediamo come usarla al meglio a spasso tra ricette cosmetiche, culinarie e spaventosamente Halloweeniane :D

La zucca (curcubita pepo) è una pianta ricca di vitamina A, efficace per equilibrare i ricambi cellulari; la polpa è rinfrescante, lassativa e diuretica. I semi, ricchi di sostanze grasse e proteine, sono vermifughi, rinfrescanti, calmanti e adatti nella cura della prostata.
Polpa e semi sono sedativi e ipnotici. La zucca è indicata in caso di insonnia, infiammazioni, soprattutto delle vie urinarie, nella dissenteria, nei disturbi dell'apparato digerente, nelle emorroidi. Anticamente nelle malattie per difetto di umido si usava la polpa cotta nell'olio.

Poche calorie!
La polpa di zucca è ipocalorica (solo 15 calorie ogni 100 grammi!) grazie alla presenza al suo interno di un'alta concentrazione di acqua (94%) e una bassissima percentuale di zuccheri semplici. Grazie al suo sapore dolciastro è ideale anche per l’alimentazione dei bambini, soprattutto se abbinata a pasta o riso.
Fornendo un basso apporto di calorie, un centrifugato arancione è perciò leggero ed è allo stesso tempo un concentrato di salute. Come ogni ortaggio di colore giallo-arancio, la zucca è particolarmente ricca di vitamine A e C, di minerali quali ferro, potassio, calcio e fosforo e di molte fibre.
La zucca è indicata nella prevenzione dei tumori e per mantenere un corretto equilibrio idrico dell'organismo e delle mucose.

Passiamo alla parte pratica.
I semi sono utili per prevenire e sostenere la terapia contro le disfunzioni a livello delle vie urinarie. Sono inoltre un sicuro aiuto contro la tenia.

Aggiunto al latte o al succo di frutta, l'estratto di zucca è indicato nel controllo delle nausee mattutine, dei disturbi gastrici e prostatici.

La zucca aiuta a prevenire le rughe, distende la pelle, combatte i radicali liberi e, grazie alla presenza di fibre, aiuta nella regolazione delle funzioni intestinali.

E’ un ottimo lassativo. Berne il succo la mattina, oppure aggiungerla cruda, a striscioline, nell’insalata mista.

I semi di zucca contengono molto zinco, indispensabile per la produzione di testosterone, l’ormone maschile e sembra avere un’azione efficace contro l’ingrossamento della prostata.

La polpa di zucca condita con assenzio e sale è considerata un efficace rimedio contro il mal di denti. Mentre aceto caldo e polpa di zucca sono rimedi efficaci contro le gengiviti.

Infuso
3 fiori di zucca in 1/4 di acqua bollente è tonico e ricostituente.

Cataplasmi contro le ustioni
Polpa e foglie vengono utilizzate per cataplasmi sulle ustioni. Le foglie vanno pestate bene bene fino a raggiungere la consistenza di una pappetta.
La polpa, schiacciata e ridottta in poltiglia, può essere usata come lenitivo anche in caso di infiammazioni cutanee.

Maschera alla zucca
La zucca è molto ricca di vitamina A che aiuta a rigenerare la pelle e mantenerla sana.
Per preparare questa maschera fate bollire per 15 minuti una fetta di zucca tagliata a pezzetti, poi schiacciatela, aggiungete un cucchiaino di panna liquida fresca e amalgamate bene. Fate raffreddare e quando è a temperatura ambiente stendetela su viso e collo ben puliti e lasciatela in posa 10 minuti. Evitate il contorno occhi e labbra.
Infine sciacquate con acqua tiepida e stendete un leggero velo di crema idratante.

Maschera levigante anti punti neri
4 cucchiai di polpa di zucca
2 cucchiai di panna fesca
3 cucchiai di miele
Unite 4 cucchiai di polpa di zucca (possibilmente quella gialla) a 2 cucchiai di panna fresca e 3 cucchiai di miele. Schiacciate la polpa con gli altri ingredienti e mescolate bene.
Applicate sul viso per 10 min. circa e sciacquate con acqua tiepida.
Tutte le pelli, specie quelle grasse e con i punti neri, saranno più pulite e levigate!

Terapia ai semi di zucca
Molti problemi di stress, di intestino, ecc.. sono dovuti a determinati parassiti che lo "frequentano". Per stare in piena forma ed eliminare i parassiti intestinali, fate all' inizio della primavera una "cura con i semi di zucca".
Tritiate i semi sbucciati con un mortaio o con il macinacaffe'. Riempite circa tre bicchieri da acqua di questa polvere. Preparate un litro di latte intero di giornata, fatelo bollire bene spegnete il fuoco e dopo circa cinque minuti aggiungete, mescolando bene, la polvere dei semi. Riaccendete il fuoco al minino sul fornello, rimettete lo scaldalatte e mescolate quasi in continuazione per 7/10 minuti.
Una volta raffreddato, rimescolate il tutto, versare in un barattolo di vetro e riporre in frigorifero.
Al mattino iniziamo la "terapia": un'ora prima della colazione due cucchiai da minestra, e due cucchiai tre ore dopo la cena (se vi addormentate prima mettete la sveglia). Per una settimana niente storie. La sera dopo la cura e' bene, per eliminare le uova dei parassiti, fare un clistere. Un bicchiere di latte,uno spicchio d'aglio pestato bene bene, si filtra con garza (sterile), e si fa l'enteroclisma. Provare per credere!


E ora spazio al palato!
Di seguito qualche buona ricetta semplice semplice ;)


Bruschetta Zucca e Cipolla
ingredienti per 4 persone
4 fette di pane
200 gr di zucca
1 cipolla
2 cucchiai di pinoli
1 cucchiaio di capperi sotto sale
3 cucchiai d’olio d’oliva
1 cucchiaio di aceto di vino
sale
pepe
procedimento
Sbucciate la zucca, togliete i semi e tagliatela a cubetti. Bollitela in acqua salata insieme alla cipolla tagliata a pezzi grossolani. Scolate, condite la cipolla con l’aceto, la zucca con i capperi ben sciacquati e scolati e unite il tutto aggiungendovi un pizzico di sale e pepe. Fate rosolare i pinoli in un padellino con poco olio e aggiungeteli alla zucca. Una volta preparato il condimento mettetelo sul pane abbrustolito.

Crocchette di zucca e grana
Ingredienti:
300 gr di polpa di zucca pulita da cuocere a vapore - 160 gr di farina - 3 uova - grana padano grattugiato - noce moscata - un amaretto - lievito in polvere per torte salate - sale - olio per friggere.
Procedimento
Passate la zucca cotta al passaverdure amalgamando la purea con un uovo, 2 tuorli, la farina, l’amaretto sbriciolato, una grattatina di noce moscata, 2 cucchiaiate di formaggio grattugiato, mezza bustina di lievito e, per ultimi, i 2 albumi avanzati montati in neve ben soda con un pizzichino di sale. Riscaldate abbondante olio nella padella dei fritti e gettatevi l'impasto a piccole cucchiaiate; scolate le crocchette su un foglio di carta assorbente da cucina e servitele ben calde.

Zuppa alla Zucca (un classico)
ingredienti
500 ml di acqua, 1 cipolla piccola, 250 g di zucca lessa, 400 ml di brodo di dado, gambi di porro, noce moscata, 250 ml di latte scremato, sale e pepe.
procedimento
Mettere la cipolla e i porro tagliati a fettine in una casseruola. Aggiungere 1 bicchiere di acqua e cuocere per circa tre minuti. Prima che si asciughi unire la polpa di zucca, il brodo, il resto dell'acqua, la noce moscata. Portate a ebollizione e abbassate un po' il fuoco. Cuocete per 5 minuti. Abbassate ancora il fuoco e aggiungete il latte. Fate attenzione a non portare a ebollizione. Condite con il pepe ed emmental grattugiato guarnite con le foglie di porro.

Budino di Zucca
ingredienti per 6 persone
500 g polpa di zucca
750 ml di latte
150 g di maizena
200 g di zucchero
4 arance
burro
un pizzico di sale q.b.
Procedimento
Tagliate la zucca a cubetti e fatela bollire in acqua leggermente salata finché non si ammorbidisce. Una volta cotta, fatela sgocciolare per bene e poi riducetela in purea. In un pentolino sciogliete la maizena con il latte, avendo cura di mescolare affinché non si formino grumi. Non appena il latte comincia a bollire aggiungete, la zucca, lo zucchero, la buccia grattugiata di un arancia e il succo di 3 arance. Amalgamate bene il tutto e rovesciate il composto nello stampo. Fate raffreddare a temperatura ambiente. Potete utilizzare uno stampo unico o degli stampini monoporzione e decorare il budino con spicchi di arancia e foglie di menta. Potete scegliere di accompagnare il budino con una salsa di calda al cioccolato, ottenuta sciogliendo della cioccolata fondente a bagnomaria.


Curiosità
Il dizionario Zanichelli fa derivare il termine zucca da "cocutia" (testa), poi trasformato in "cocuzza", "cozuccae" e, infine, zucca.

Se volete avere qualche info sulle zucche di Halloween e la loro leggenda cliccate qui.
Invece per fare una zucca da paura cliccate di qua.

 

martedì 15 luglio 2014

Pulizia naturale della casa (Luglio Senza Plastica)


In molti mi hanno chiesto come fare a pulire la propria casa in maniera naturale soprattutto in occasione del Luglio Senza Plastica, quando cioè si vuole evitare di acquistare i soliti flaconi. Inoltre l'uso continuativo di prodotti chimici è discretamente dannoso, non solo per l'ambiente in cui si riversano gli scarti, ma anche per i nostri nostri polmoni per via delle esalazioni (seppur profumate di arancio e vaniglia, sempre chimiche sono).

Perciò ecco a voi una piccola guida per lavare, profumare e tenere sempre pura la vostra dimora. Non solo pavimenti, ma anche piatti, vetri, ecc...
Questo è solo un estratto del post intero che potete trovare qui.


Una casa profumata
Iniziamo con qualche ricetta semplicissima per creare dei deodoranti per ambienti decisamente più salutari dei vari spray in commercio. Sappiate che respirare certe sostanze chimiche - seppur profumate - fa male tanto quanto ingerire la benzina. Molto meglio le essenze naturali dei fiori (veri).


Spray deodoranti al profumo* di...

fresca estate
500 ml d'acqua
un cucchiaino di vodka
10 gocce o.e. lavanda
15 gocce o.e. pompelmo

Mar Mediterraneo
500 ml d'acqua
un cucchiaino di vodka
10 gocce o.e. limone
10 gocce o.e. rosmarino
10 gocce o.e. lavanda

*Nota: essendo preparazioni con il solo scopo di profumare usate essenze di profumo al posto degli oli essenziali così da produrre un minore impatto sul Pianeta.
Evitate il contatto degli spray su stoffe e legno.
 
 
Pulizia della casa

Detergente per i vetri
250 ml di aceto bianco
1/4 di cucchiaino di sapone naturale di marsiglia (liquido)
250 ml di acqua calda
Questa miscela si usa quando si vuole pulire veramente a fondo.
Se volete potete aggiungere 3 gocce di o.e. di limone
 
Sgrassante disinfettante
500 ml di aceto
buccia di un limone
buccia di un arancio o di un pompelmo
3 rametti di rosmarino
Mettete tutti gli ingredienti in un vaso di vetro a chiusura ermetica e fate riposare per una settimana in un luogo lontano da fonti di calore o di luce intensa. Grazie al processo di osmosi l'aceto assorbirà le proprietà delle piante; il detergente ottenuto potrà essere usato per pulire, sgrassare e disinfettare qualsiasi superficie.
 
Spray multiuso
500 ml di acqua calda
1 cucchiaino di borace
2 cucchiai di aceto bianco distillato
1/2 cucchiaino di det. liquido naturale per piatti
10 gocce di o.e. di lavanda
5 gocce di o.e. di limone
Mescolate gli ingredienti in un flacone spray riciclato. Pulite con una spugna superfici dure, legno, acciaio e ceramica.

Detergente per pavimenti
10 litri di acqua calda
70 ml di aceto bianco filtrato
15 gocce di o.e. a vostra scelta
Questo detergente rinfresca e disinfetta ogni tipop di pavimento (anche il legno).
NON risciacquare.
 

Detersivi
 
Detersivo per i piatti 
8 limoni
800 ml di acqua
300 gr di sale fino
200 ml di aceto
Fate bollire i limoni fino a farli ammorbidire, poi tagliateli a pezzettini, facendo attenzione a togliere i semi; frullateli e filtrate bene. Ora versate il succo in una pentola insieme agli altri ingredienti. Portate ad ebollizione mescolando di tanto in tanto. Quindi spegnete il fuoco, lasciate raffreddare ed amalgamate con un frullatore a immersione. Trasferite il detersivo in un flacone con dosatore o in una bottiglia di vetro. Si conserva senza problemi a temperatura ambiente per alcuni mesi.
 
Detersivo naturale per la lavatrice
120 gr di sapone naturale di marsiglia
120 gr di borace
120 gr di bicarbonato di sodio

10 gocce di o.e. di limone
10 gocce di o.e. di lavanda
Unite piano piano le essenze al bicarbonato. Mescolate e aggiungete borace e sapone amalgamando il tutto. Conservate in un vasetto ermetico.
Usatene 60 gr per ogni bucato.

Pastiglie per lavastoviglie
Materiali: 1 ciotola, 1 cucchiaio, stampi flessibili per il ghiaccio
Ingredienti: 300 gr di bicarbonato di sodio, acqua qb, 1 o 2 cucchiai di sapone liquido naturale, 15 gocce di olio essenziale di limone
Procedimento: in una ciotola versate il bicarbonato, il sapone liquido e l'olio essenziale. Mescolate e aggiungete acqua a poco a poco per uniformare il composto. Versatelo in stampini per il ghiaccio e lasciate asciugare le vostre tavolette per la lavastoviglie per alcune ore prima di sformarle. Potrete conservarle in uno o più barattoli di vetro.

venerdì 11 luglio 2014

Zanzare addio! (Luglio Senza Plastica)

Siamo nel pieno della stagione calda e ormai le zanzare sono all'ordine del giorno... e della notte. Ormai abbiamo ampiamente capito che usare repellenti chimici non ha più molta efficacia (oltre ad essere dannosi per la nostra pelle e soprattutto per i nostri polmoni).
Nel mood del mese di Luglio Senza Plastica vogliamo invitarvi anche a non acquistarne, dato che la maggior parte di quei dannati flaconi in cui sono venduti non verranno riciclati.

Vi posto qui di seguito una serie di ricette fai-da-te per realizzare in casa prodotti antizanzara e dopo-puntura davvero efficaci. Sono solo un piccolo estratto di quanto potete trovare nel post intero qui: http://herberiadelcorso.blogspot.it/2011/05/e-guerra-alle-zanzare.html


Ricette preventive per il corpo

Profumo anti-zanzare (*)
Diluire in 100 ml di acqua distillata 10 gocce per ognuna delle seguenti essenze (olio essenziale puro):
lavanda, geranio, eucalipto o menta, limone o citronella.
Mettete questo "profumo" in una boccetta con il dosatore spray e vaporizzatelo sul corpo quando andate in posti a rischio-zanzare!
La sua profumazione delicata le tiene lontane senza nausearvi. L'unico inconveniente è che dura poco perciò dovete usarlo più volte. Mi raccomando: è una concentrazione più forte del normale, quindi attenzione se siete ipersensibili o allergici a determinate sostanze.

Lozione per il corpo (e per vestiti!)
200 ml di acqua distillata di amamelide
1 cucchiaino di olio di jojoba
20 gocce di o.e. di citronella
20 gocce di o.e. di lavanda
15 gocce di o.e. di eucalipto
Mescolare gli ingredienti e versare in una boccetta spray. Agitare bene prima di ogni utilizzo.
 
Gel per il corpo(*)
50 ml di gel di aloe puro
1 cucchiaio di olio di neem
5 gocce di o.e. di lavanda
5 gocce di o.e. di eucalipto
5 gocce di o.e. di citronella
Mescolare gli ingredienti e spalmare sul corpo come un qualsiasi altro prodotto antizanzara.
 
Per i bambini
Troppo spesso mi imbatto in prodotti definiti "per bambini" che al solo leggere gli ingredienti rabbrividisco. Evitate di cospargere i vostri piccoli con impiastri chimici e ricordate che con la parola "naturale" per legge si può definire anche il petrolio... Occhio quindi ai petrolati, al propilene glicolico, alla vasellina e ai vari ingredienti che finiscono in "one" o "ene".
Per proteggerli usate invece un olio puro di neem, facilmente reperibile in farmacia, erboristeria e via dicendo. Accertatevi che non contenga additivi di sorta e che sia un prodotto davvero naturale. Altrimenti uno spray facilissimo a base di 100ml di acqua e 5 gocce di o.e. di lavanda. L'olio di Neem costa intorno ai 12€ per un flacone da 50 ml, mentre l'o.e. di lavanda sui 7€, ma sono certa che non vi fate i conti in tasca quando si tratta della salute dei più piccini :)
 
 
 
Ricette preventive per l’ambiente

Essenza anti-zanzare (*)
I comuni prodotti spray in vendita agiscono nei luoghi chiusi che poi devono essere areati “prima di soggiornarvi”, con il rischio che aprendo le finestre entrino anche le zanzare… Se invece avete bisogno di tenere lontane le zanzare dall'ambiente in cui state (senza dover aerare) ecco qua una semplice miscela per diffusore. Mettete 5 gocce di 3 o.e. a scelta tra quelli citati finora e “rimboccate” quando serve. Fate qualche prova magari per vedere quale miscela è più efficace nella zona in cui vivete (campagna e città influiscono diversamente sulle colonie di zanzare e sulla loro evoluzione generazionale).
 
Miscela zanzà! (*)
Sul diffusore:
10 gocce di o.e. di andiroba
5 gocce di o.e. di rosmarino
5 gocce di o.e. di cedro atlantico
 
 
 
Rimedi post-puntura

O.e. di lavanda
Subito dopo essere stati punti l’arma più efficace è una goccia di olio essenziale puro di lavanda direttamente sulla pelle, che toglie il prurito istantaneamente. La lavanda è l’unico o.e. che si può utilizzare sulla pelle senza doverlo diluire; tuttavia non si può applicare se la puntura è stata fatta nelle vicinanze di occhi, naso e bocca.
 
Lozione da borsetta
50 ml di estratto di amamelide
20 gocce di o.e. di lavanda
20 gocce di o.e. di menta piperita
Mescolate bene gli ingredienti e travasateli in una boccetta. Applicate con un batuffolo d’ovatta sulla puntura.
 
 
 
In esterno
Ecco qualche sistema per passare serate tranquille in giardino, terrazzo o balcone…

Disinfestante naturale al neem (per vaste aree)
Preparate una miscela di 1:100 (1 litro di olio di neem e 99 litri d’acqua) da nebulizzare dopo il tramonto. Si sparge nei giardini, sulle siepi, negli orti e così via. E' ottimo anche per le persone e gli animali.
E’ naturale e privo di controindicazioni.
 
Larvicida eco naturale
Il Bacillus Thuringiensis var. israeliensis (B.t.i) è un batterio che uccide le larve in pochissimo tempo. Il suo impatto ambientale è pari a zero e non propaga alcun tipo di infezioni o tossine. In commercio si trovano le capsule a rilascio controllato che garantiscono un'azione larvicida per almeno 20/30 giorni.
 
 
 
Attenzione!
- Tutte le ricette contrassegnate con l’asterisco [*] sono di mia creazione e testate solo su di me, perciò vi prego di fare attenzione e di leggere bene il disclaimer prima di provarle su di voi.
- Quando parolo di olii essenziali mi riferisco sempre e comunque ad olii purissimi e ingeribili.  

mercoledì 9 luglio 2014

Luglio Senza Plastica: le ricette di Minerva

Sono sempre stata dell'opinione che la sinergia e la condivisione delle nozioni e dei contatti è il sistema migliore per crescere tutti, indistintamente, e quindi migliorare l'intera umanità.
Se concetti obsoleti come il copyright venissero aboliti, saremmo più liberi di crescere in società davvero avanzate intellettualmente e in un mondo finalmente salvo dai circoli viziosi della logica del denaro e della mafia dell'inquinamento. Nel pensiero di un Luglio Senza Plastica è necessario quindi diffondere e condividere il sapere sano ;)

E saper fare e voler condividere è anche il mood di uno dei forum italiani più utili e ben gestiti per quanto riguarda la cosmesi fai-da-te. Ce ne parla Minerva, in una breve e interessante bio che vi aiuterà a capire che produrre in casa veri prodotti per la persona e per la pulizia è semplice, economico e soprattutto ecologico!

"Ho scoperto il mondo dell'home-made principalmente da quando sono diventata mamma. Ho una splendida bambina con la pelle delicatissima alla quale i prodotti comuni, seppure delicati (o presunti tali leggendo l'etichetta), non si adattano troppo bene. Ricordo un detergente per i primi bagnetti, di una marca molto nota, che la fece spellare tutta. Per non buttarlo provai ad usarlo io e poi mio marito ma entrambi abbiamo avuto pessime esperienze (in seguito l'ho usato con successo per pulire l'acciaio!). Cercando prodotti naturali approdai ad una nota marca tedesca, il meglio che offra il mercato, ma un giorno, uscendo dalla farmacia dopo aver pagato 27 euro per una saponetta e un detergente, decisi che non ci stavo più a farmi prendere per il naso in quel modo. Pur non sapendo nulla di cosmesi home-made, decisi che in qualche modo avrei dovuto cominciare a fare da sola. Di lì a qualche giorno trovai un articolo interessante su un giornale, parlava di un blog e del dilagare del fenomeno dei detersivi e della cosmesi fai da te. Visitai immediatamente il blog dell'articolo e da lì in poi mi si aprì un mondo. Per prima cosa imparai a fare la pasta hoffman per il cambio pannolino della mia bimba, fu un'autentica sorpresa, e poi il sapone per il bucato. Subito dopo vennero i saponi per il corpo, quindi oleoliti da usare come ingredienti. Così ho imparato a fare creme e altri cosmetici per tutta la famiglia. E intendo cosmetici veri, funzionali, non qualche preparato unto e poco appropriato.
Molte persone credono che l'home-made sia solo un modo per "arrangiarsi", pensano che ci adattiamo ad una qualità discutibile e invece, potendo scegliere noi gli ingredienti sani lasciando da parte i veleni, la qualità dei nostri prodotti è potenzialmente altissima e, da non trascurare, possiamo creare esattamente il prodotto adatto alle nostre esigenze. Ogni persona nello staff si dà da fare ogni giorno per divulgare quanto più possibile tutte le opportunità che abbiamo per vivere più in sintonia con la Natura, anche vivendo in città, anche se fino a ieri non se ne sapeva nulla. C'è chi è più esperto di botanica e distillazione di olii essenziali, chi è più ferrato sui detergenti, le creme, i saponi, l'orto, l'uncinetto, la cucina e il riciclo ma tutti insieme riusciamo a raggiungere bei risultati, anche sperimentando nuove preparazioni e confrontandoci. Ognuno di noi ha la sua storia, il suo percorso, i propri motivi ma ciò che conta è che siamo disposti a regalare ogni giorno un po' del nostro tempo perchè tutti possano avere la possibilità di rispettare se stessi e l'ambiente, dire finalmente NO alla sperimentazione animale ed essere parte di un grande cambiamento attraverso un percorso di indipendenza dalle grandi industrie."

sabato 5 luglio 2014

Luglio Senza Plastica: deodoranti

Fiera di partecipare a questa iniziativa degna di nota in cui è bandita la plastica, ovvero Luglio Senza Plastica, ho deciso di pubblicare qualche ricetta facile facile per poter continuare la nostra vita senza rinunciare a pulizia e bellezza in armonia con il Pianeta.

Oggi parliamo dei deodoranti, che spesso si trovano in odiosissimi flaconcini di plastica impossibili da riutilizzare, e che contengono diversi ingredienti tutt'altro che salutari per la pelle e per l'ambiente. I deodoranti sono estremamente facili da fare in casa e potete crearne uno diverso ogni giorno!


OCCORRENTE
1 cucchiaio di bicarbonato
1 cucchiaio di amido di mais
2 gocce di olio essenziale puro di lavanda

Mescolate gli ingredienti così come sono e mettete tutto in un vasetto di vetro. Se usate uno di quelli con il tappo forato (tipo quelli delle spezie) sarà molto più comodo da usare.


PERCHE' FUNZIONA
• Il bicarbonato di sodio è l'ingrediente che tiene lontano i cattivi odori causati dai batteri presenti sotto le ascelle.
• L'amido di mais ha un alto grado di assorbenza del sudore.
• L'olio di lavanda è il non-plus-ultra degli oli essenziali in quanto a deodorazione, detersione, ha una forte azione antibatterica e non aggredisce l'epidermide come invece fanno le profumazioni sintetiche.

Ovviamente se non gradite la lavanda potete usare altri oli essenziali (mi raccomando sempre puri al 100%) come ad esempio il limone, il bergamotto o la menta, che mantengono un'azione abbastanza mirata. Se invece volete andare sulle fragranze floreali o fruttate allora potrete puntare sulla rosa, sul gelsomino o anche sull'arancio.

Piccolo accorgimento: se trovate che la miscela sia un po' pizzichina dopo la depilazione delle ascelle è perché il bicarbonato è un sale quindi può dare questo effetto. Non preoccupatevi: basta modificare il rapporto tra il bicarbonato e l'amido, aggiungendo un po' di quest'ultimo.



venerdì 9 maggio 2014

Tempo balsamico di Beltane

La Primavera è certamente il periodo in cui la Natura si risveglia ed esplode di fiori e profumi. Ma le piante crescono durante tutto l'anno, perciò per sapere quali sono quelle tipiche di ogni stagione, esiste la tabella del tempo balsamico, grazie alla quale possiamo sapere quali piante raggiungono la massima potenza e in quale periodo dell'anno.
Quando la pianta è al massimo del suo potere è il momento adatto per coglierla e utilizzarla per le pratiche magiche ed erboristiche durante l'anno. Ricordate comunque di non coglierle mai durante il novilunio.

Qui di seguito le piante che si colgono a Beltane, cioè che raggiungono il tempo balsamico fra la fine di aprile e tutto maggio:

Aprile
Acero, Agrifoglio, Alliaria, Betonica, Betulla, Biancospino, Billeri, Calamo aromatico, Calendula, Carciofo, Castagno, Castagno d'india, Centocchio, Crescione, Edera, Favagello, Fico d'india, Fitolacca, Fragola, Frangola, Frassino Gramigna rossa, Imperatoria, Lapazio, Larice, Ligustro, Lentisco, Manna, Mentastro, Noce, Ontano, Ortica, Primula, Prugno spinoso, Rovo, Salice bianco, Tamerici, Tarassaco, Tiglio semplice, Valeriana, Viola del pensiero.

Maggio

Acetosa, Acetosella, Aglio orsino, Altea, Arancio amaro, Asperula, Bagolaro, Bocca di lupo, Bugula, Camomilla, Ciliegio, Cineraria, Cino glosso, Cinquefoglio, Edera terrestre, Erba roberta, Erba ruggine, Farfaraccio, Fico, Finocchio marino, Fiordaliso, Calega, Malvone, Mestolaccia, Morine, Podagraria, Prezzemolo, Pulmonaria, Quercia marina, Rosa canina, Rosa rossa, Rosolaccio, Sanbuco, Sanicula, Sedano montano, Senecione, Serenella, Trifoglio fibrino.

venerdì 4 aprile 2014

Tempo balsamico di Aprile

Aprile deve il proprio nome a quello della bella dea Aphrodite, la greca diva della giovinezza, dell'amore libero e della bellezza assoluta. Aprile si riferisca anche all'"aprire" dei boccioli e della Natura in generale. E' questo in fatti il mese in cui la maggior parte delle piante arrivano al primo tempo balsamico.

Cos'è il tempo balsamico?
E' il periodo in cui le piante raggiungono il momento di massima maturazione per essere raccolte. E mi raccomando, qualsiasi luna va bene, ma MAI di luna nera, intesi?

Ecco qui la tavola di aprile:


Acero, Agrifoglio, Alliaria, Betonica, Betulla, Biancospino, Billeri, Calamo aromatico, Calendula, Carciofo, Castagno, Castagno d'india, Centocchio, Crescione, Efedra, Favagello, Fico d'india, Fitolacca, Fragola, Frangola, Frassino, Gramigna rossa, Imperatoria, Lapazio, Larice, Ligustro, Lentisco, Manna, Mentastro, Noce, Ontano, Ortica, Primavera, Prugno spinoso, Rovo, Salice bianco, Tamerici, Tarassaco, Tiglio semplice, Valeriana, Viola del pensiero.